Iscriviti alla newsletter di ALMA Music Project  per essere sempre informato sulle nostre iniziative.

         sede legale:

          Milano, Via Inama 10 - 20131

          sede organizzativa:

          Perugia, Sda Chiarella 3 - 06132

          075-60.74.04

          349-25.05.132

Newsletter

Autorizzo il trattamento dei miei dati 

ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003

Contatti

Ultimi aggiornamenti

15 SETTEMBRE TERMINE ULTIMO per le iscrizioni alla XVII Edizione

di Gospel Connection!

ALMA Music Project © 2017 - Tutti i diritti riservati. | alma@almamusicproject.it

Partecipare a questo evento mi ha fatto diventare grande. Può sembrare una frase detta da un bambino, ma è la verità. Mi sono ritrovato a scoprire un mondo, a toccare con mano un mondo di cui avevo solo un vago sentore. Mi chiamava da tempo e d'un tratto quasi magicamente era li, vivo, reale e al di là di ogni immaginazione. La gospel connection lascia il segno in modo indelebile soprattutto se la si affronta come il Rev. Moncrief ci ha insegnato : raccogliendo con meraviglia ogni singola nota e ogni singola parola che ognuno dei partecipanti è in grado di donare e tenendo presente che Dio è il primo iscritto ogni anno. Questo è il vero spirito della Gospel Connection.

Luca

Ho sempre amato il gospel ma... Gospel Connection ha davvero cambiato la mia vita.
Come dice Keith?
"Hey friend, you missed it... I've just changed!... and changed... and... I'm changed again!".
E credo che, per me e per chi mi ama e vive con me, da vicino e da lontano, la mia vita... questo sia solo l'inizio di un lungo cammino.
Si... davvero, è solo l'inizio.

Francesca

Quando decisi di partecipare alla GC non sapevo cosa aspettarmi, ero semplicemente spinta dalla curiosità.
La prima cosa che mi ha colpita è il numero di persone che, come me, si sono presentate ed hanno partecipato a quest'evento di studio e condivisione, uniti dalla comune passione per la musica ed in particolare per la musica Gospel.
Il Rev. Keith Moncrief con la Gospel Family è entrato nella Chiesa portando una sferzata di energia che ha elettrizzato tutti ed ha infuso una gran voglia di mettersi in gioco e di vivere un momento di unità con tutti coloro che erano presenti.
Mi sono commossa, entusiasmata, divertita; ho condiviso esperienze con le persone più disparate, provenienti dai luoghi più diversi.
Ho soprattutto IMPARATO cosa significa credere, impegnarsi, condividere progetti e scambiare pensieri, azioni, momenti di gioia e di preghiera; mi sono sentita davvero "a part of one big family" (come recita uno dei brani imparati e cantati nell'edizione 2004).
Ripenso spesso e volentieri a quei giorni trascorsi facendo ciò che amo maggiormente: cantare e, cosa che amo ancor di più, cantare assieme ad altri.
Conservo ancora la locandina dell'evento perché, guardandola, ritrovo quel senso di pace e serenità che ho portato a casa al termine del workshop.
Sono contenta che quest'anno la nuova edizione si svolgerà a Milano, così avrò la possibilità di parteciparvi nuovamente e vivere nuove sensazioni ed incontrare nuovi volti e personaggi che come me amano la musica.
Grazie!

Claudia

Mentre ero ad Assisi ho avuto la sensazione che mi ci sarebbe voluto un sacco di tempo per sbobinare tutte le cose vissute, decantarle, farle mie... quindi per ora ci sono solo le sensazioni a caldo...
Che botta ragazzi!
Botta di energia, di emozioni, alcune difficili da codificare...
Com è stata la prima volta?
Beh... (concessa la risatina....)
Per me uno scontro frontale... nel modo di esprimere la fede.
Imparare a vivere la gioia, sentire con tutto il corpo la gioia della presenza di Gesù ...mi dovro esercitare molto...
Imparare a stabilire un contatto, un canale in cui mentre diamo lode a Dio veniamo benedetti.. questo non può essere un artificio della mente, ma va sperimentato e alla GC si prova... e si sente!
Una prova concreta di interconfessionalità vissuta molto efficacemente, dove noi abbiamo ascoltato le meditazioni del Pastore Keith e loro hanno partecipato alla nostra messa. Vi assicuro che non è una cosa così semplice far cattolici e Protestanti ma è stato forse uno dei miracoli... la dove due o tre sono riuniti nel mio nome... la gioia nell'Unico Salvatore vissuta senza barriere e steccati mi ha dato un senso di appartenenza alla vera Chiesa Universale... Grazie Signore! (P.S.: ho imparato ad alzare le mani in gesto di preghiera.. una volta mi sembrava un gesto un po' da invasati....)
Mi ha fatto anche molto piacere che i Pastore Keith ci abbia invitato a cantare uno dei loro canti in italiano... Lodare nella lingua in cui amiamo le persone più intime mi ha fatto sentire ancora meglio il valore della lode.[...]
...ora devo trovare il modo per tornare fra gli UMANI della mia quotidianità, nei casini di sempre e sto facendo proprio difficoltà...
Un abbraccio grande a tutti, una folata del vento che gioca con le foglie gialle, accarezza la pietra di Assisi, sfiora i nostri capelli la sera al tramonto mentre camminiamo insieme e cantiamo per le vie di Assisi vi arrivi e vi sussurri le parole che il vostro cuore ha sete di udire....

Anonimo

Io ho partecipato alla Gospel Connection nel 2008, avrei voluto ripetere anche per il 2009 ma purtroppo gli impegni di lavoro me lo hanno impedito.
Posso solo dire che è stata una esperienza che ti arricchisce l'anima, piena di emozioni e sfumature che vengono dall'incontro con altre persone.
Consiglio a tutti quelli che non l'hanno ancora fatta di provarla.

Sandra

"La Gospel Connection è un cambio di stagione per lo spirito..."
"The Gospel Connection will shift your spirit to a whole new season..."

Annita

La famiglia squinternata alla Gospel e' approdata e ha trovato tanti amici che li han resi felici!
Cosa dire dei docenti: belli, bravi e sorridenti che con la loro allegria la tristezza portan via!
C'e' KEITH, il pastore, che parla ore ed ore e con le sue parole ti riempie tutto il cuore! Poi c'e' DEREQUE, il ballerino, che col corpo fa casino, ma e'un casino assai perfetto e salta fuori un bel balletto!
ROD poi e' un gran pianista che fa stare tutti in pista: lui non dice una parola ma con la tastiera vola! Passiamo poi a TRINI il bello, lui potrebbe esser modello
e del gospel le ragazze per lui vanno tutte pazze!
RON per ultimo ho lasciato, lui e' proprio un gran suonato: se sei triste lui ti cura con la sua allegria pura!
GOSPEL CONNECTION e' una famiglia che con la musica ti piglia e cosa dire...abbiam trovata.. una famiglia...squinternata!!!
Grazie a tutti!!!
La Gospel Connection e' una sana droga...
...e noi siamo ben felici di esserne dipendenti!!!

Lety, Mickey, Matte, Nick, Kevin (Ale e Teo)

Sono venuta per la prima volta al G.C. nel 2009 e dire che è stato ENTUSIASMANTE è riduttivo!
Fin dalle prime ore di permanenza, ho sentito dentro di me una forza, una gioia che avevo provato solo nei grandi eventi della mia esistenza.
Quando telefonavo a casa, cercavo di trasmettere le mie emozioni ma era impossibile che la mia famiglia potesse capire... Ho ringraziato loro di avermi dato la possibilità di partecipare perché è stato molto, molto importante per me, per il momento che stavo vivendo.
Ho chiesto aiuto a Dio per una mia cara amica che stava molto male e che ci ha lasciati proprio il 3 Novembre, dopo due giorni dal ritorno da Assisi!
Ho pregato per lei durante il G.C. e dopo. Quando al funerale ho voluto dedicarle un pensiero, ho letto il testo di TOTAL PRAISE per trasmettere un po' di speranza a tutti coloro che sono rimasti senza Daniela e senza il suo amore.
Voglio dire a tutti quelli che non sono mai stati al G.C. di provare almeno una volta e sicuramente si sentiranno trasformati nell'anima e nella mente.
I maestri che abbiamo avuto lo scorso Ottobre, sono stati tutti bravissimi a farci entusiasmare, a farci sentire più fratelli, più amati da Dio, ci hanno insegnato a rivolgerci a Lui con fiducia, a desiderarlo ancor di più...
More and more..

Stefania

I laughed so hard I cried and I cried so hard I laughed.
A profoundly spiritual experience!

Love, Connie

"Un'esperienza che ci ha veramente cambiati. Lo spirito della musica ha abbattuto ogni frontiera geografica, facendoci apprezzare la gioia di vivere. A marvellous allelujah!".

Giorgio

L'esperienza vissuta in questi due anni è stato per me fonte di gioia immensa. Mi ha fatto sentire bambina (non lo sono proprio)!
Vivere e condividere con tanti FRATELLI, come una grande FAMIGLIA,senza distinzione di età,provenienza e religioni, è stata "una botta di vita"!!!!!!!!!!
Con alcuni amici sono sempre in contatto e progettiamo per il prossimo incontro.
Un grazie di cuore.

Francesca

Ho partecipato per la prima volta al Gospel Connection ad Assisi che si è tenuto nel mese di Novembre dello scorso anno. Devo dire che l'esperienza è stata davvero indimenticabile sia per la bravura dei maestri (dei veri portenti!),che degli organizzatori.
Ringrazio il coro "Gospel for joy" di Castellanza (Va),di cui faccio parte da circa un anno come soprano. E' grazie a loro se ho potuto partecipare ad un evento così importante,che mi ha dato l'opportunità di imparare anche divertendomi, ad essere una brava cantante gospel.
Assisi col suo clima mistico e la sua indimenticabile bellezza ha fatto da contorno alle nostre esibizioni canore rendendo i nostri animi ancora più sensibili,infatti non sono mancate lacrime di commozione.
Anche mia figlia Eliana,di tredici anni,è rimasta incantata dall'esperienza e si è già prenotata per il prossimo Gospel Connection che si terrà a Milano.
Arrivederci a presto.

Tiziana

"Milano per tre giorni ha avuto un Cuore"

Don Antonio Mazzi
Ospite d'onore al concerto di chiusura corso presso il   Teatro Smeraldo di Milano